Un passaggio graduale...

Modalità organizzativa in riferimento alla composizione dei gruppi.

Il nido integrato è organizzato in tre sottogruppi di bambini ciascuno dei quali rispetterà il rapporto numerico adulto/bambini di uno a otto, previsto dalla normativa vigente, durante tutto l’arco della giornata.

La composizione e definizione  dei sottogruppi di bambini sottolineerà il concetto di appartenenza, sia per quanto riguarda l’aspetto organizzativo, che per quello educativo che si riferisce al bisogno di ogni persona di “sentirsi parte”.

Il bambino troverà quindi nel nido un adulto "speciale" cui far riferimento ed un gruppo di pari conosciuti con i quali, di giorno in giorno, scambiare, relazionare, comunicare, crescere.

La relazione, le relazioni significative diventeranno una base sicura  per il bambino e gli consentiranno di vivere con agio e serenità l'incontro con esperienze più ampie quali, ad esempio, le attività i percorsi di integrazione con la scuola dell’infanzia.

La giornata al nido integrato è caratterizzata da momenti significativi che si connotano come attività educative e gesti di accudimento: entrata e uscita, attività ludiche, pasti, cure igieniche, sonno; diventano pertanto un contesto ricco di significato, come momento di risposta ai bisogni del  bambino  nella visione di una unione corpo -psiche - mente.

 

ORARIO

LA GIORNATA EDUCATIVA

 

7.45 / 9.00

 

L’accoglimento avviene nel soggiorno di riferimento dei “Medi” fino alle ore 8.30 Con l’entrata in servizio della seconda educatrice (tra lo ore 8 e le ore 8,30 circa, in base all’orario di arrivo dei bambini), sarà utilizzato anche il soggiorno dei “Grandi”.

9.00 / 9.30

I singoli gruppi di bambini si ritrovano nella loro stanza di appartenenza dove consumano una colazione di frutta.

9.30 / 10.00

12.00 / 12.30

15.00 / 15.30

 

Le cure igieniche avverranno ogni volta che sarà necessario al singolo bambino ed in gruppo, durante la mattinata dopo l’arrivo di tutti i bambini, prima o dopo il pranzo, al risveglio.

 

9.30 / 11.00

 

Le attività didattiche si svolgeranno in modo maggiormente finalizzato dalle 9.30 alle 11 ed accompagneranno i bambini in tutto il tempo al nido.

 

11.30 / 12.00

Il pranzo si svolgerà nei soggiorni di riferimento predisponendo la situazione attraverso opportune attenzioni di tipo igienico       (pulizia dei tavolini, aerazione, copertura con tovaglie, spazi protetti per il materiale d’uso), il menù previsto sarà adeguato alle esigenze dietetiche dei bambini e differenziato per quanto necessario da quello della scuola dell’infanzia.

 

12.45 / 15.00

       Il sonno si svolgerà nella stanza da letto alla presenza di tre educatrici del nido che seguiranno tutelando i bambini

 

       il periodo del loro riposo.

 

15.00 / 15.30

 

La merenda sarà offerta dopo il risveglio nei soggiorni di appartenenza a turno, mentre i rimanenti bambini sono in bagno

 

15.30 / 16.00

 

L’uscita dal nido e il ricongiungimento ai genitori si svolgerà nei soggiorni di appartenenza con la presenza di due educatrici.

16.00 / 17.00

L’uscita  posticipata si  svolgerà  nel  soggiorno  dei “Grandi” con la presenza di una educatrice.

 

Modalità di accesso al servizio, percorso per l’inserimento

L’ingresso del bambino al nido integrato avviene con l'inserimento, inteso come passaggio graduale dalla famiglia al nuovo contesto. Questo passaggio sarà connotato dal percorso di ambientamento.

Per il suo carattere evolutivo, l’ambientamento deve avvenire in maniera graduale e flessibile. La gradualità e la flessibilità si riferiscono:

  1. alla cadenza degli ambientamenti (quanti bambini in quanto tempo). I bambini non entreranno al nido tutti il primo giorno, ma arriveranno un po’ alla volta con una scansione settimanale considerando un periodo di pausa.
  2. ai tempi di permanenza / distacco del bambino dalla mamma
  3. all’inserimento di nuovi momenti di routines
  4. alla conoscenza di altre persone / spazi / esperienze

L’ambientamento: tempi e ritmi.

I tempi e i ritmi dell’ambientamento appartengono ad un percorso che, per le sue caratteristiche, è assolutamente individuale e diverso per ciascun bambino.

PRIMA SETTIMANA DI AMBIENTAMENTO

  • Lunedì. Il bambino resterà al nido con il genitore presente.
  • Martedì. Il bambino, circa un’ora dalle 10 alle 11
  • Mercoledì. Il bambino, si fermerà al nido per anche per il pranzo dalle 10 alle 11,30/12.
  • Giovedì. La permanenza al nido sarà dalle  9.30 alle 12;
  • Venerdì. La permanenza al nido sarà dalle 9,30 sino dopo il pasto che avverrà senza la presenza del genitore. Questi sarà disponibile nel nido nel caso il bambino lo cercasse o avesse bisogno di essere rassicurato.

I ritmi dell’ambientamento

SECONDA SETTIMANA DI AMBIENTAMENTO

  • Lunedì. Si ripete la giornata del venerdì.
  • Martedì. Il bambino potrà arrivare alle 9 e rimarrà al nido con la propria educatrice di riferimento e il gruppo di bambini a cui appartiene.
  • Mercoledì. Durante il resto della settimana si ripeteranno i ritmi del martedì. Attraverso la ripetizione di ritmi e rituali, il bambino avrà modo di conoscere la nuova realtà e relazionarsi con le persone che vi fanno parte.

 

IL SONNO AL NIDO

Il sonno è una tappa importante per un buon ambientamento perché, solo in una situazione di sicurezza emotiva, il bambino sarà in grado di abbandonarvisi.