TITOLO I
PRINCIPI GENERALI

Art. 1 - Finalità

Il Nido Integrato è un servizio socio-educativo istituito allo scopo di favorire l’equilibrato sviluppo fisico e psichico dei bambini sino ai tre anni di età e per assicurare alla famiglia un sostegno adeguato, che consenta ed agevoli anche l’accesso della donna al lavoro nel quadro di un sistema di sicurezza sociale. Tale servizio assicura ad ogni bambino un ambiente ed un’educazione che favoriscono il suo sviluppo ed i primi apprendimenti, un rapporto costante ed organico con la famiglia, in collegamento con le altre istituzioni sociali e scolastiche del territorio, in particolare con la Scuola dell’Infanzia.

Art. 2 - Orientamenti per la programmazione delle attività

La programmazione delle attività psico-pedagogiche, intesa come risultato della cooperazione tra operatori ed organismi di partecipazione, in particolare mediante collegamenti integrativi con l’attività della Scuola dell’Infanzia, terrà conto dei bisogni del bambino, del suo diritto ad essere aiutato nel superamento di eventuali difficoltà di partenza, dovrà fornire occasioni e risposte adeguate alle sue potenzialità di apprendimento, di esplorazione, di conoscenza, di affettività e solidarietà relazionale valorizzandone l’identità personale; dovrà aiutare il bambino ad elaborare i momenti di passaggio dalla famiglia al Nido Integrato e dal Nido Integrato alla Scuola dell’Infanzia favorendo la continuità delle esperienze educative.

TITOLO II
UTENTI ED AREA D’UTENZA

Art. 3 - Utenti e capacità ricettiva

IL Nido Integrato accoglie un numero massimo di 20 bambini di età compresa tra i 12 ed i 36 mesi.

Art. 4 - Area d’utenza

Al Nido Integrato sono ammessi prioritariamente i bambini residenti nella frazione di Vangadizza. Esaurita la domanda dei residenti con i criteri indicati, la copertura dei posti disponibili rimasti è realizzata con l’ammissione di bambini che risiedono nel territorio comunale.
In caso di ulteriore disponibilità dei posti possono essere ammessi bambini residenti in altri comuni purché le famiglie si impegnino mensilmente a sostenere una maggiorazione sul contributo applicato.

TITOLO III
NORME DI FUNZIONAMENTO

Art. 5 - Calendario di apertura

Il Nido Integrato è aperto nei giorni non festivi da lunedì al venerdì dal mese di settembre al mese di luglio di ogni anno, fatta eccezione per: - le festività Natalizie dal 24 Dicembre al 6 Gennaio compresi - il Lunedì dell’Angelo

Art. 6 - Orario di apertura

Il Nido Integrato è aperto dalle ore 7.45 alle ore 17.00.
Sono previsti i seguenti orari di servizio:

- tempo pieno con orario di apertura dalle ore 7.45 alle 17.00, con entrata entro le ore 9.00 e uscita dalle ore 16.00 alle ore 17.00;
- tempo part-time con orario di apertura dalle ore 7.45 alle ore 12.30, con entrata entro le 9.00 e uscita dalle ore 12.30 alle ore 13.00;

L’orario massimo di uscita delle diverse fasce orarie deve essere rigorosamente rispettato.
I bambini possono uscire prima dell’orario previsto, previo accordo con il personale educativo.
Qualora dopo l’orario di chiusura del servizio un bambino non sia ancora stato ritirato, il personale educativo presente è tenuto a prolungare la permanenza in servizio in attesa che la famiglia venga reperita.
Il personale educativo del servizio ha l’obbligo di affidare il bambino al momento del congedo giornaliero solo ai genitori. Se il genitore si trovasse nella condizione di far ritirare il bambino da un parente o da un’altra persona è necessaria una delega scritta dei genitori. In presenza di coniugi separati o divorziati il bambino viene consegnato solo al genitore cui è stato affidato.
I genitori, in caso di assenza prolungata del bambino, sono tenuti ad informare al mattino del medesimo giorno, preferibilmente dalle ore 8.30, le educatrici del Nido Integrato.

Art. 7 – Ambientamenti e frequenza

Prima di iniziare la frequenza, ogni bambino deve essere sottoposto alla visita del Pediatra che ne certifica le condizioni generali di salute e le avvenute vaccinazioni mediante presentazione del certificato aggiornato.
Non possono essere effettuati, per motivi pedagogici, inserimenti nel periodo che va da gennaio a luglio.
Gli ambientamenti dei bambini, comunicati con lettera, hanno inizio a partire dal mese di settembre, con la presenza del genitore o di persona per loro significativa, indicata dal genitore stesso.
La regolarità della frequenza da parte del bambino è premessa necessaria per assicurare un ottimo ambientamento protratto nel tempo e un buon funzionamento del Nido. Pertanto le assenze del bambino devono essere sempre comunicate e seriamente motivate.
All’apertura del Nido è indispensabile consegnare un corredino completo del bambino. La fornitura dei pannolini utilizzati per il cambio del bambino è a carico dei genitori, così come le lenzuola, le coperte e quant’altro necessario per la gestione quotidiana del bambino. In merito alla ripresa della frequenza in seguito ad un periodo di malattia superiore a 5 giorni consecutivi (compresi i festivi), è fatto obbligo ai genitori di presentare il certificato di guarigione redatto dal proprio Pediatra.
Qualora, durante la presenza al Nido il personale educativo rilevi la presenza di febbre, disturbi gastro-intestinali, eruzioni cutanee e altre patologie che compromettano lo stato di salute del bambino, deve tempestivamente avvertire i genitori che provvederanno a ritirare il bambino dal Nido.
In caso di malattia contagiosa, i genitori sono tenuti a dare immediata comunicazione al personale del Nido.

Art. 8 - Ritiri ed esclusioni

I genitori possono in qualsiasi momento rinunciare al servizio, dandone preventiva comunicazione alla Coordinatrice del Nido Integrato, firmando una rinuncia scritta.
Il ritiro ha efficacia dal mese successivo a quello in cui viene presentata rinuncia scritta.
Qualora si verificassero prolungate assenze ingiustificate, frequenti trasgressioni agli orari di funzionamento del nido, al mancato rispetto delle norme che regolano l’ammissione, l’inserimento o dalle altre disposizioni previste dal presente regolamento da parte dei genitori, i bambini possono essere esclusi dal Nido Integrato.
Le esclusioni sono decise dal Presidente della Scuola dell’Infanzia e Nido Integrato in seguito a comunicazione scritta da parte della Coordinatrice del Nido Integrato, dal secondo mese successivo a quello di riferimento previa comunicazione scritta ai genitori dell’avviso di procedimento.