TITOLO V
ORGANI E COMPETENZE

Art. 16 - Comitato di Gestione

Secondo quanto previsto dall’art.12 della L.R.32/90 presso il Nido Integrato è istituito un Comitato di Gestione, nominato dall’Assemblea dei genitori dei bambini frequentanti la Scuola dell’Infanzia e del Nido integrato e composto da membri eletti:

a) n. 4 rappresentanti dei genitori dei bambini frequentanti la Scuola dell’Infanzia indicati dall’assemblea dei genitori di cui n. 1 scelto anche tra persone esterne all’assemblea;
b) n. 1 rappresentante dei genitori dei bambini frequentanti il Nido Integrato indicato dall’assemblea dei genitori;
c) n. 1 rappresentante del Consiglio pastorale;

Sono membri di diritto:

d) il parroco pro-tempore;
e) la coordinatrice della scuola, la quale si asterrà dalle delibere riguardanti la sua persona;
f) n. 1 rappresentante del Comune.

Qualora il Comitato lo ritenga opportuno può invitare a singola riunione e con giustificato motivo qualsiasi altro addetto all’organizzazione e/o all’andamento del servizio ( ad esempio: Pediatra, rappresentante delle istituzioni scolastiche, rappresentanti delle formazioni sociali, rappresentanti religiosi, etc.).

Art. 17 - Componenti

Il Comitato di gestione si riunisce su convocazione del Presidente. Le riunione ordinarie si tengono almeno una volta ogni due mesi. Si tengono riunioni straordinarie quando il Presidente le convoca spontaneamente o su richiesta scritta di almeno quattro consiglieri. Le delibere del Comitato sono assunte, salvo diversa disposizione di legge, a maggioranza semplice, purché sia presente almeno la metà degli aventi diritto. In caso di parità di voti prevale il voto del Presidente.
I membri durano in carica tre anni e sono rieleggibili senza interruzioni. Se durante il triennio viene a mancare per qualsiasi motivo uno degli amministratori elettivi, il Comitato di gestione, alla prima riunione, provvede alla sua sostituzione con il primo dei non eletti, chiedendo convalida alla prima assemblea. Il nuovo eletto durerà in carica fino allo scadere del triennio.
I componenti del Comitato di gestione che senza giustificato motivo non partecipano a tre sedute consecutive possono essere dichiarati decaduti dal Comitato stesso. In caso di assenza o impedimento del Presidente ne fa le veci il Vice -presidente, in sua assenza, ne fa le veci il consigliere più anziano di carica e successivamente di età.

Art. 18 - Nomina del Presidente

Il Comitato di Gestione elegge nel suo seno il Presidente fra i rappresentanti citati nell’articolo 16. Il Presidente viene eletto nella prima riunione del Comitato a maggioranza assoluta dei voti. In caso di assenza o impedimento del Presidente provvede il Vice Presidente, anch’egli designato nella prima riunione del Comitato con le stesse modalità di elezione del Presidente. Il Comitato di Gestione può revocare, per gravi motivi, il Presidente a condizione che contestualmente sia eletto il nuovo Presidente. Anche la votazione di revoca è assunta a maggioranza assoluta dei componenti il Comitato, con voto a scrutinio segreto.

Art. 19 - Funzioni del Presidente

Spetta al Presidente:

a) rappresentare la scuola e stare in giudizio per l'associazione;
b)convocare le riunioni del Comitato;
c) convocare e presiedere l'assemblea;
d) curare l'esecuzione delle delibere;
e) nominare il personale stipulando il contratto di assunzione, previa delibera del comitato;
f) stipulare le convenzioni con altri enti, previa delibera del comitato;
g) prendere, in caso di urgenza, i provvedimenti richiesti dalla necessità, chiedendone la ratifica quanto prima al Comitato.

Art. 20 - Segretario del Comitato di Gestione

Il Comitato di Gestione, nella prima riunione elegge nel suo seno il Segretario.
Spetta al Segretario - Tesoriere:

a) redigere i verbali dell'assemblea e del Comitato di gestione;
b) diramare gli inviti per le convocazioni fissate dal Presidente;
c) tenere la contabilità;
d) emettere i mandati di pagamento sottoscrivendoli unitamente al Presidente;
e) tenere la cassa, preferibilmente a mezzo di conto corrente bancario.

Nel caso che lo stesso sia stato eletto al di fuori dei membri del Comitato di gestione (art. 16), partecipa con voto consultivo.

Art. 21 - Compiti e attribuzioni del Comitato di Gestione

Spetta al Comitato di Gestione:

a) eleggere nel suo seno il Presidente, il Vice Presidente ed il Segretario;
b) presentare annualmente, all’Amministrazione Comunale il bilancio di gestione della Scuola dell’Infanzia e Nido Integrato, entro la fine dell’anno scolastico la relazione sull’attività svolta alla regione del Veneto e ogni altra proposta che interessi l’assistenza all’infanzia;
c) promuovere incontri rivolti alle famiglie e alle formazioni sociali per la discussione delle questioni di interesse del Nido Integrato e per la diffusione dell’informazione sugli aspetti socio-educativi e formativi del bambino;
d) prendere in esame le osservazioni, i suggerimenti inerenti al funzionamento del Servizio e propone soluzioni;
e) partecipare all’elaborazione dei piani di sviluppo relativi ai servizi all’infanzia della L.R.32/90;
f) prendere in esame eventuali domande di riduzione o esenzione al pagamento del contributo;
g) propone l’orario e il calendario scolastico.

E' facoltà di ogni componente del Comitato di Gestione visitare la scuola, senza disturbo dell'attività didattica.

Art. 22 - Assemblea dei genitori

L'Assemblea è costituita:

a) dai genitori dei bimbi iscritti alla scuola, o da chi ne fa le veci;
b) dai membri del comitato di gestione;
c) da coloro che avendo effettuato oblazione a favore dell'associazione, ne siano nominati soci dal Comitato di Gestione. La nomina non potrà avere durata superiore a tre anni;

La qualità di associato si perde per decesso, dimissioni e per indegnità. Essa verrà deliberata dal Comitato di gestione. E' esclusa la temporaneità della partecipazione dell'associato alla vita associativa. La quota associativa è intrasmissibile per atto tra vivi e non rivalutabile.La qualità di associato deve risultare da un registro tenuto a cura del comitato di gestione.

L'Assemblea è convocata dal comitato di gestione almeno due volte all'anno mediante comunicazione scritta contenente l'ordine del giorno e diretta a ciascun membro, almeno cinque giorni prima di quello fissato per l'adunanza. Entro il 30 aprile di ogni anno l'assemblea approva il bilancio ed il rendiconto finanziario dell'anno precedente.

L'assemblea può essere convocata su domanda, firmata da almeno metà dei suoi membri. L'assemblea può essere convocata anche fuori dalla sede sociale.

Art. 23 - Compiti dell’Assemblea dei genitori

L'Assemblea delibera:

a) il bilancio preventivo entro il 31 ottobre di ogni anno; il bilancio consuntivo e il rendiconto finanziario entro quattro mesi dalla chiusura dell'esercizio. Tali atti devono essere pubblicati all'Albo dell'associazione.
b) le nomine, di sua competenza, dei componenti il Comitato di Gestione, scelti anche tra persone esterne all'assemblea. Tali nomine avvengono per votazione segreta.
c) Ogni componente potrà esprimere n. 2 preferenze. Verrà stilata graduatoria in relazione al numero di voti; in caso di parità avrà la precedenza eventuale anzianità di carica quale membro nel Comitato di Gestione e, successivamente, di anzianità anagrafica;
d) le modifiche all'atto costitutivo e dello statuto proposte dal comitato di gestione;
e) tutto quanto ad essa demandato per legge e per statuto;
f) la valutazione dell’andamento generale dell’Asilo Nido Integrato.

Hanno diritto di intervenire all'Assemblea tutti i componenti la stessa. Gli associati possono farsi rappresentare da altri membri dell'assemblea: non è ammessa più di una delega per socio.

L'Assemblea è presieduta dal Presidente del comitato di gestione, in sua mancanza dal Vice presidente; in mancanza di entrambi l'Assemblea chiama a presiedere uno dei membri eletti dal Comitato di Gestione. Il Presidente nomina il Segretario; in caso contrario funge da segretario dell'Assemblea il Segretario-Tesoriere.
In caso di votazioni il Presidente nomina n° 2 scrutatori tra i membri dell'Assemblea. Spetta al Presidente dell'Assemblea constatare la regolarità di eventuali deleghe ed il diritto di intervenire all'assemblea. Delle riunioni dell'Assemblea si redige processo verbale firmato dal Presidente, dal Segretario-Tesoriere e, in caso di votazioni, dai due scrutatori scelti tra i membri dell'Assemblea.

Le deliberazioni dell'Assemblea sono prese a maggioranza di votanti e con la presenza di almeno la metà degli aventi diritto. In seconda convocazione la deliberazione è valida qualunque sia il numero degli intervenuti. Nelle deliberazioni che riguardano la loro responsabilità gli amministratori non hanno voto. Per deliberare le modifiche dello statuto, lo scioglimento dell'associazione e la devoluzione del patrimonio occorre il voto favorevole di almeno (3/4 - 2/3) degli aventi diritto al voto.

Art. 24 - Collegio degli operatori

Nel Nido Integrato opera il Collegio degli operatori composto dal personale educativo e presieduto dalla Coordinatrice della Scuola dell’Infanzia e Nido Integrato.
Il Collegio, in riunioni periodiche, verifica la rispondenza del proprio lavoro e dei ritmi organizzativi del Servizio alle esigenze di ogni bambino; elabora e propone al Comitato di Gestione piani di lavoro, metodi e contenuti educativi.

Art. 25 - Servizio Sanitario

La vigilanza igienico sanitaria del Nido Integrato è affidata al personale sanitario dell’equipe distrettuale operante nel territorio comunale.

Art. 26 - Compiti e attribuzioni del Servizio Sanitario

Sono compiti del servizio Sanitario:

a) la visita dei bambini prima dell’ammissione, al momento della riammissione dopo l’assenza per malattia e comunque ogni qualvolta lo ritenga necessario;
b) l’assistenza medico-psicopedagogica, preventiva e curativa, l’intervento dell’equipe specialistica di neuropsichiatria infantile;
c) la vigilanza sull’igiene e la profilassi per prevenire le malattie;
d) l’approvazione delle tabelle dietetiche per i bambini.

Sono predisposti menù personalizzati per i bambini che presentano allergie e intolleranze alimentari (previa presentazione del certificato del medico specialista) e di diversa fede religiosa.

Art. 27 - Personale

Coordinatrice, educatrici e personale di servizio saranno scelti fra persone di provata moralità.
Per quanto riguarda il personale in servizio presso il Nido Integrato si tiene in considerazione quanto previsto dalla normativa regionale in vigore, anche in termini di rispetto dei parametri tra bambini e personale educativo.
In presenza di bambini portatori di handicap è prevista, eventualmente, la presenza in aggiunta di personale di sostegno, in relazione al numero e alla gravità dei casi, sentiti i servizi territoriali competenti.

TITOLO VI
DISPOSIZIONI FINALI

Art. 28 - Norma finale

Per quanto non espressamente previsto dal presente Regolamento si fa rinvio alla normativa in vigore.